10. nov, 2021

LE CINQUE DONNE DELLA MIA VITA di Luigi Imperatore - Rossini editore – 117 pg

Devo fare i complimenti all’autore perché è un libro congeniato davvero bene, ogni fine capitolo ti fa venire voglia di iniziare il seguente perché ti lascia sempre con il fiato sospeso, c’è sempre un’azione interrotta che viene svelata in quello successivo ed è uno dei maggior pregi di un libro scritto bene.

Anche la storia non è per nulla banale. Sergio è un singol convinto, divorziato e con una vita abbastanza normale. Un giorno però la sua normalità viene stravolta da una tragica notizia, ha un tumore al fegato e deve operarsi entro una settimana per cercare di salvarsi.

Ma quella settimana Sergio decide di non passarla sul divano a piangere. Vuole recuperare tutti i rapporti che per lui sono stati importanti e dare un senso diverso alla sua vita. Inizia dal suo ex migliore amico Stefano, costretto su una sedia a rotelle a causa di un incidente. Lo convince a partire con lui per il suo folle progetto e, da qui, iniziano una serie di colpi di scena uno dopo l’altro che vi terranno con il fiato sospeso fino alla fine.

Un bel romanzo, scritto bene e con un finale inaspettato e commovente.

Un bel messaggio quello che traspare da queste pagine, i due protagonisti, Sergio e Stefano, sono entrambi due uomini coraggiosi.

Sergio perché, con una condanna sulla testa, decide di rimettere in ordine tutti i suoi affetti coinvolgendo un grande amico che, in un momento di grande sconforto per la sua vita stravolta dalla carrozzina su cui è costretto, comunque non si tira indietro e lo accompagna all’inseguimento del suo folle ma onorevole progetto.

Due eroi moderni da imitare.