25. gen, 2022

ELEANOR OLIPHANT STA BENISSIMO di Gail Honeyman (Garzanti editore – anno pubblicazione 2018 – 338 pg

Voto: 4 stelle / su 5

Questo è stato l’ultimo libro che ho letto del 2021 e ne sono stata felice perchè ho concluso con un libro davvero molto bello ed un personaggio che mi è entrato nel cuore. 

Intanto devo ringraziare come sempre la mia musa ispiratrice Ornella.

Ornella non mi consiglia molti libri all’anno, ma quando lo fa, corro a comprarli, perché è sempre una garanzia! E questa non fa eccezione.

Quando me lo ha suggerito sono corsa sul sito del Libraccio e l’ho preso rigorosamente usato pagandolo quindi la metà. Considerate che nuovo costa 17,90 quindi un bel risparmio (Eleanor sarebbe fiera di me), ma la cosa che più mi ha stupito è che mi è arrivato un libro praticamente nuovo, secondo me mai stato aperto. Questo un po’ mi è dispiaciuto per il libro in sé, meno per me che con 9,67 € avevo un libro nuovo tra le mani.

Ma veniamo a lei, a Eleanor, la nostra protagonista di cui non potrete non innamorarvi. E’ un libro molto particolare perché la prima parte vi ricorderà un po’ le disavventure di Bridget Jones.

Eleanor è una ragazza di circa 30 anni, vive da sola, non ha amici, è molto riservata, tutti i mercoledì sente per telefono sua mamma, ogni sera prima di dormire ama stordirsi con un po’ di vodka. A lavoro è un po’ presa di mira dai colleghi che la prendono in giro. Ma a lei non importa. Lei sta bene così, si ripete come un mantra. Fino a quando qualcosa o meglio qualcuno interromperà la sua routine facendole scoprire che esiste altro nel mondo lì fuori e forse Eleanor ha bisogno anche di quello.  

Nella seconda parte verrà fuori tutta la sofferenza di questo meraviglioso personaggio che verrà svelato poco a poco come ad una seduta psicanalitica, e pagina dopo pagina vi innamorerete sempre di più di lei.

Un libro toccante, profondo ma anche ironico e a tratti divertente, che tocca molti temi importanti e troppo spesso poco trattati.

Il tema più importante, lo dice l’autrice stessa alla fine del libro in una bella intervista, è proprio quello della solitudine. Un tema che oggi appartiene un po’ a tutti, in un mondo sempre più social che finge di darci tanti amici, ci accorgiamo che a volte sono davvero poche le persone su cui possiamo contare davvero. Eleanor ne incontrerà ben due, e saranno la sua salvezza.

Non perdetevi questo romanzo perché è davvero delicato e intenso, tira fuori dei sentimenti puri e fa riflettere su molte cose.

 

Una frase bella del libro:

“Mi sentivo come un uovo appena deposto, tutto scivoloso e viscoso all’interno, e così fragile che la minima pressione avrebbe potuto rompermi.”