8. giu, 2021

LA MIA FAMIGLIA E ALTRI ANIMALI di Gerald Durrell (350 pg. Ed. Adelphi, pubblicato nel 1956)

Voto: 2 e ½ stelline su / 5

Un libro particolare indubbiamente ma che non è riuscito a convincermi.

Le prime pagini sono in realtà molto piacevoli e divertenti, l’autore ci racconta della sua stramba famiglia composto da lui, da sua mamma, sua sorella Margo e i due fratelli Larry e Leslie. Un giorno, annoiati dal grigiore inglese, decidono di vendere la loro casa e trasferirsi nell’isola greca di Corfù. Qui sceglieranno prima una piccola villa, poi si trasferiranno in un’atra più grande solo per poter ospitare un po’ di amici, per poi tornare in un'altra più piccola per non dover ospitare dei parenti alla lontana. Oltre al già numeroso e strambo nucleo familiare si alternano personaggi folcloristici dell’isola ma soprattutto una serie infinita di grandi e piccoli animali che il piccolo Gerald ogni volta cerca di ospitare, come ad esempio (e quelle le ho trovate pagine davvero divertenti) la piccola famiglia di scorpioni che si ritroverà poi per tutta casa tra le urla furiose dei fratelli e della mamma, ormai stufi delle sue ricerche zoologiche.

Durrell ci racconta in queste pagine i suoi cinque anni trascorsi in questa isola magnifica, immerso nella natura più selvaggia.

Ad alcune pagine, come dicevo, divertenti si alternano però molte pagini di descrizioni, divagazioni, osservazioni di animali che rendono il tutto un po’ lento e noioso.

Nel complesso quindi non mi è piaciuto ma nonostante tutto lo consiglierei perché è un libro di cui ho sentito sempre molto parlare e spesso anche bene, sicuramente ha spunti interessanti e quindi credo sia giusto leggerlo una volta nella vita.