28. feb, 2020

DELITTI A LE TOUQUET di J.B. Livingstone – 220 pg

VOTO : 3

 Un altro libro scelto a caso in una libreria di vecchi libri usati, l’ho scelto un po’ perché amo i gialli un po’ per le pagine ingiallite e quell'odore di antico.

Non conoscevo l’autore.

E’ un giallo avvincente, ci sono molti personaggi e questo all’inizio confonde un po’, fino alle ultime pagine sei convinta di aver capito perfettamente chi è l’assassino, sembra persino fin troppo ovvio, ma alla fine arriva il classico colpo di scena che davvero proprio non ti aspetti ma ovviamente dopo averlo saputo ti dici “Come ho fatto a non capirlo?!” .

Molto bello il personaggio del commissario Inglese in pensione che viene coinvolto suo malgrado proprio dall’assassino.

A tratti anche divertente.

La trama brevemente: In una tranquilla cittadina francese si scopre il cadavere di una giovane donna e un biglietto che chiama in causa il commissario Inglese che si gode la tranquillità della sua pensione, il biglietto è firmato APOLLO.

Come nelle migliori trame di libri gialli ad un tratto vi sembreranno tutti colpevoli ma non posso dire altro…

 

Una frase bella del libro:

“Esisteva una felicità più grande di quella di rileggere La Tempesta di Shakespeare davanti a un fuoco di legna mentre la pioggia cadeva sul tetto d’ardesia?”