14. mar, 2018

BELLA MIA di Donatella Di Pietrantonio (182 pg)

Voto : 4

Bel libro ! Forse anche più dell’ Arminuta (il primo suo libro che ho letto).

Lo stile è sempre fluido, scorrevole, poetico e a tratti anche secco, duro .

L’autrice ci racconta la storia dolcissima di 2 gemelle una delle quali muore durante in terremoto dell’Aquila e alla protagonista Caterina resta un’eredità pesante… il figlio adolescente che il padre separato dalla sorella non può curare perché essendo musicista è sempre in giro in tournèe .

Non sarà facile per Caterina riprendere la propria vita in mano, a volte il dolore è così grande da sopraffarti, eppure la vita per quanto dura, assurda e meschina va avanti inesorabilmente e tu puoi farti soffocare da essa e dal dolore o affrontarla e ostinatamente andare avanti e ricostruire, ricominciare. E’ quello che farà con molta fatica Caterina iniziando dall’acquisto di un paio di ballerine rosse… inizia tutto sempre da una piccola cosa che agli occhi del mondo può sembrare  insignificante ma per te è un inno alla vita e alla rinascita.

Lo consiglio vivamente !

Una frase bella del libro ... una delle tante :

"Un dolore acuto mi sale nel naso, sarà il freddo, o lacrime impedite".