12. apr, 2017

Daria Bignardi (200 pg)

Questo libro non mi è piaciuto, anzi è stato una grande delusione perché pensavo che la Bignardi si avvicinasse molto al mio gusto e invece questo è il suo secondo libro che leggo e devo dire che non è il mio genere , anzi più che di genere parlerei di stile.

Ha uno stile troppo asciutto, poco descrittivo, non emerge nessun sentimento, soprattutto in questo libro che invece si incentra sui sentimenti.

Più che un amore si parla di un’ ossessione di un uomo verso una donna, riesce a sposarla, ad avere 3 figli da lei ma poi lei sparisce lasciando poche tracce di se.

Ma non emerge dolore in questa sparizione, nessuno sembra soffrire davvero, nemmeno i figli. Lui abbozza una ricerca di lei ma non la sta cercando davvero.

Tutti i personaggi hanno dei comportamenti innaturali, non realistici.

Ero a tratti innervosita da questi NON sentimenti.

Però mi piacerebbe avere pareri diversi perché so che a molte persone è piaciuto, vorrei capire cosa non mi è arrivato di questo libro.